Crea sito
Viajar descanta, ma chi parte mona torna mona

Posts tagged macarena

Dandalù-Mi amor

che bello perdersi…ha una dolcezza sublime la consapevolezza del sentirsi perso….

che emozione, appena sceso dal bus, sentirti finalmente arrivato a casa…apprezzare in punta di sorriso il dolce cantilenato andaluso…fare un respiro a pieni polmoni dopo tanti giorni di apnea.

Ah pura vida!!!! pura vida `perdersi a gironzolare tutta la sera tra Macarena e l’Alameda, scoprendo, con quello sguardo perso, che Sevilla no ha perso un briciolo di quel fascino che me la rende cos¡ amata cos¡ speciale.

Inutile cercare di resistere al mio amor…battaglia persa in partenza…perchè è impossibile, per me, essere razionale e posato nei suoi confronti…..

mi immergo dolcemente, lasciandomi trascinare in questa passeggiata serale da odori, suoni e visi, mi scopro ad assorbire tutto, acriticamente e senza filtri.

Continuo a passeggiare, poi mi fermo in alameda a fare quattro chiacchere e bere una cerveza…alameda, il tempio e simbolo della vita dei sevillanos…troppo caldo per restare in casa…molto meglio uscire…tuffarsi in questa pura vida.

LaQueridaVozDeSevilla-La Macarena

 

E oggi…oggi è  barrio macarena, santa virgen de macarena. Dopo aver visto Santa Cruz, Triana, Alfalfa e San Lorenzo.

e la Macarena lascia senza parole ma con un emozione che ti riscalda dentro fino a farti brillare gli occhi.

una plaza alameda ti riscalda il cuore, circondata da tante pittoresche  vie, un mercato rionale, dove godersi il chiacchericcio andaluso…farsi ammaliare dai locali venditori ambulanti..specchio d’una umanità varia e pulsante. una onda di corpi che fluttuono perpetuamente…che te lo fanno sembrare una qasbah.

Come ieri sera, questa è  la caliente siviglia dei sivigliani, del loro modo di vivere, del muoversi e del lavorare lentamente e chiaccherare velocemente.

Ci ho guadagnato a spegnere il cervello e aprire il cuore, x guardare macarena, e + in generale Sevilla, di pancia.

Con una punta di sana autoironia mi trovo a ridere di me stesso e dei miei mille pensieri che ogni volta mi faccio, delle mille domande che mi assilano…questa città mi entra dentro…le mie aspettative non rimangono deluse, solo ora me ne rendo conto. Mi aspettavo di trovare qui quella città che avevo a lungo cercato l’estate scorsa per la penisola iberica…quella città così speciale da innamorartene fino a farti brillare gli occhi quando ne parli. E ne ho la consapevolezza ora. Solo che questo innamorarsi è venuto alla maniera sivigliana: a poco a poco!! E’ lei che conduce la danza..caballero!

LaQueridaVozDeSevilla-Navididad

Persi tra le viuzze viste ieri sera, in un silezioso spettacolo, di cui eravamo gli unici a poterne godere,  il ciotolato delle stesse calli dietro plaza encarnacion si è consumata, forse troppo presto questa vigilia. il giorno di natale,  irradiato da un tiepido tepore, scorre veloce quando si tratta di passare accanto alla maestosità d’una cattedrale romanica o ai jardines de alcazar…ma si riempe d’una quieta gioia nel lungofiume…passegiata, sembra, molto cara ai sivigliani, dai bimbi in passeggino alle coppie di nonni..discorsi e silenzi…sole caldo rigenerante nel corso  d’una mattinata passata in compagnia del gualdaqivir…

e ancora passeggiare con al casualità eletta ad unica bussola lungo i margini del barrio de macarena…x finire a tapas e dolci cervecitas a plaza san salvador.

Sevilla..città di viuzze e ciottolati tinta pastello, incastonati di giardini e graziosità sparse quà e là con gusto…in un contestodi rara vivivbilità. si respira quiete e voglia di godersi la vita  ipnotizzate dalle parole cantilenate con accento andaluso nei bar e nelle calles…

Follow girandoliere.org

Translation


Post di Viaggio

TravelPhoto Playlist




Forgot?
Register
9 visitors online now
0 guests, 9 bots, 0 members
Max visitors today: 14 at 07:11 am UTC
This month: 17 at 02-06-2020 04:57 am UTC
This year: 17 at 01-30-2020 09:36 am UTC
All time: 309 at 05-29-2019 06:53 pm UTC