Crea sito
Viajar descanta, ma chi parte mona torna mona

Posts tagged bolivia

Pachamama- Sucre

Alcuni cenni storici..prima di iniziare…questa citta’ inizialmente si chiamana Chiqusaca..poi vennero gli spagnoli e la chiamarono La Plata( perche’ era un importante snodo commerciale del ricavato delle miniere d’argento poco distanti)…infine, dopo la guerra d’indipenze Sucre. Nome in onore di Juan AntonioSucre, generale del liberador Simon Bolivar, liberatore della citta’ e primo governatore della capitale ( ora solo onoraria) della Bolivia.

Il bianco andaluso come colore dominante dei suoi edifici rappresenta una delle meglio riuscite eredita’ coloniale. Le pareti bianche, i patios fioriti e l’ampio parco Bolivar le danno quel tocco che conquista il viaggiatore.
D’una bellezza elegante e seducente come quella d’una danzatrice di flamenco, Sucre ricorda in ogni sua calle l’Andalusia.

Nonostante sia rapito..o forse proprio x questo motivo…cedo alla tentazione di rivederla domani..non stanco di passeggiare a ritmo lento per il suo centro, prima di ri-immergermi nella sua latinoamericanita’ come meravigliosamente rappresentata dall’umanita’ del Mercado.

Pachamama- Nuestra Señora de La Paz

Una volta che si sta arrivando a La Paz il cielo ti sembra un soffitto d’una stanza. Basta saltare un poco e le raggiungi le nuvole…in un cielo cos¡ blu.

Le prime impressioni riguardano due cose diversissime tra loro eppure molto caraterrizanti entrambe: la locura del traffico e i mercati.

il traffico e’ un unico agglomerato di combi, taxi, bici, auto e pedoni che si muovono a velocita’ e condizioni folli, intersecandosi tra loro in un unico serpentone senza una logica apparente e con una pericolita’ altissima .

In tutta la parte andina del Latinoamerica che ho visitato , ho visto venditori di strada: vendevano da salteñas, empanadas, sopas, jugos ed ogni altro genere alimentare. Ma e’ impressionante passeggiare per il centro di La Paz e vedere venditori di mercanzie di ogni genere e specie. In questo quadretto di varia umanita’  e’ naturale che questa citta’ appaia come un unico, gigantesco , caotino e  meravigliosamente umano mercato….uno specchio forse…come solo i terminal dei buses sanno essere…

Pachamama-Bolivia 5 Giugno

E’ da un po’ di giorni che ricorrono alcuni pensieri ontologicamente legati  al viaggio in se’…una serie di domande mi frullano in testa.

Dalla partenza in poi mi sono capitati una serie di malanni ( notte in bianco, soroche, mal di denti e influenza) sicuramente disturbanti. Il cammino non si e’ arrestato ma e’ stato rallentato..come se avessi la sensazione di non essermi goduto a pieno il viaggio.

In peru’ ho fatto di versi incotnri, trovando persone gentili, interessanti e generosi nel darmi una mano ( i miei infermieri Pepe&Marco). Ho avuto la fortuna di poter saziare la mia curiosita’ sulla storia del PEru’, sulla sua situazione sociale, sulle sue contraddizioni, sulle sue bellezze.

Tutto questo fa parte del tesoro di questo viaggio. nemmeno il fatto che, sulla calle, rimanevo uno straniero- benche’ quando aprivo la bocca, parlando castellano, lo sguardo di chi avevo di fronte si addolciva: non ero piu’ un gringo ma solo uno straniero- puo’ cancellarlo.

Questa sensazione e i guai fisici mi sembrano come un banco di prova verso il viaggio. Come se un misterioso protettore dei viaggiatori mi avesse di fronte alle difficolta’ per vedere cosa succede…

Un sueño argentino- ¡aparece bolivia…!

miercoles 2, 21:58 humauaca 3200 slm

TILCARA

L’altura si fa senitre, annebbiando i riflessi ma non il cuore…ed è con questo che si guarda lo spettacolo delle montagne attraversate dalla ruta 9.

Mistura…mezcla di sensazioni a pensare alla strada che conduce fino a qua…il meticciato della provincia di Jujuy…e le meraviglie di colori e di luci in montagne che sembrano dipinte!

Mi appare un disegno alla mente..come se queste quebradas non fossero altro che una similitudine di questa regione…delle sue mezclas tra argentina e boliva, castellano e quecha, con il solo fino conduttore…con la spina dorsale delle ande dritte negli immensi spazi di questo paese…

LA QUEBRADA E HUMAUACA

Ho doppiato il tropico del capricorno in questo sconfinato paese..sono passato dall’essere a uno sputo dal circolo polare antartico…dalla fine del mondo a questo norteoeste il cui calore riempie il cuore.

E allora la quebrada de humauaca, patrimonio mondiale dell’umanità e della sua biodiversità ( anche se non ancora della consapevolezza di tutto ciò negli umani), una di quelle meraviglie da cui non riesci a staccarre gli occhi. Come descrivere la sensazione che dei peli che si rizzano sulla pelle sotto la calura dei 35° gradi?

Mi vergogno un po’…mi sembra banale cercare di imprigionare con delle parole trite e ritrite delle emozioni che perdono gran parte della loro potenza per il solo fatto di essere scritte.

Mi chiedo se le sensazioni che sto provando possano essere comunicate in modo soddisfacente…come faccio a trovare le parole per trasmettere a qualcuno…qualcosa che nemmeno io so descrivere nella mia testa…

mi resta solo l’illusione…e forse tanto basta…

…e allora ci provo lo stesso…non è solo il desiderio di condividere l’emozione di vedere quanto turbinio scatena nella tua pancia il vedere dei luoghi come questo..è la gioia nel raccontare questa lavatrice…che prenda anche altri…in modo diverso…di fronte a cose diverse…in paesi e sogni diversi…ma tutti come questa inquietudine del viaggio.

E il pueblito di Humauaca ci accoglie alla luce del tardo pomeriggio, la golden light cinematografica…ci accoglie nonostante una discreta concentrazione di turisti…ci accoglie preservandosi orgogliosamente dallo stupro dei turista markettaro.

E qui niente mi ricorda la vicina bolivia…non i visi meticci delle persone…non il respiro corto dato dall’altitudine…non le casette basse color pastello..non le strade a pietroni…non le viuzze strette del centro…nulla mi ricorda la boliva…qui sono in bolivia!!!

…mi viene in mente la frase che mi disse daniele, viajero italiano…in fondo questo è un gran bel paese per perdersi….

Follow girandoliere.org

Translation


Post di Viaggio

TravelPhoto Playlist




Forgot?
Register
6 visitors online now
0 guests, 6 bots, 0 members
Max visitors today: 11 at 04:49 am UTC
This month: 21 at 10-02-2020 06:14 am UTC
This year: 32 at 05-31-2020 09:57 pm UTC
All time: 309 at 05-29-2019 06:53 pm UTC