Crea sito
Viajar descanta, ma chi parte mona torna mona

#andarpercantine-il pellegrinaggio

andar per cantine: il  pellegrinaggio in Emilia

CANTINA DELLA VOLTA

BOMPORTO

Angela Sini ci accoglie gentilissima anche se arriviamo senza avvisare e all’ultimo secondo. E amorevolmente ci introduce ,come prima tappa del pellegrinaggio, al  sorbara-mondo: la cantina prende il nome dalla volta,il giro che le barche naviganti il fiume Panaro dovevano fare una volta che erano arrivati alla darsena di Bomporto ( mi pare chiaro a cosa si riferisca il nome…no ?). Una cantina con una storia lunga decenni che, ad una certo punto, decide di produrre  solo spumante metodo classico ( da uve pinot nero e chardonnay o lambrusco di sorbara) in una regione dove praticamente nessuno lo fa.

Rimosso. Labrusco di Sorbara in purezza (Rifermentato in bottiglia)
Color Rosso rubino con una veste di melograno (ovviamente velato)
Al naso è uva spina, ribes e altri piccoli frutti rossi con una nota vinosa e leggermente erbacea.in bocca è una potenza di freschezza con ritorni fruttati.
Meraviglioso “vin da merenda”

Rosè 2014. Lambrusco di Sorbara in purezza.

Color meravigliosa buccia di cipolla.Un naso con sentori molto variegati: da un iniziale tostatura e frutta secca emerge poi un fruttato rosso e un floreale di rosa. chiusono ricordi burrosi. Al palato ha un equilibrio tra freschezze e morbidezze che lo rende una bomba di versatilità per l’abbinamento con il cibo. Chapeau!

DDR( Degorgiato Di Recente) 2009- VSQ. Lambrusco di Sorbara in purezza.

Il vino si presenta con un luminosissimo rosso rubino impreziosito da note aranciate. Al naso è un tripudio di terziari con vivi ricordi di erbe balsamiche, sentori di tostature e frutta secca, ritorni di frutta matura e giri in giostra speziati. Al palato è quanto ti più spiazzante ti possa aspettare: entra perfettamente in equilibrio tra acidità e morbidezze e avvolge il palato di ciliega e legno di sandalo. Ha una gran bella persistenza. Vino che si presta per fare degustazioni alla cieca e sorprendere i convitati!

CANTINA PALTRINIERI

SORBARA ( CRISTO TI ABBIA IN GLORIA)

Il Sorbara– perchè qui la denominazione si eleva quasi  a “toponimo” più imporante del vitigno lambrusco- è un altra storia. Avevo assaggiato un loro vino la prima volta durante il corso di sommelier; il secondo perchè l’avevo trovato in enoteca. Ed è da qui che ricomincia il mio pellegrinaggio.

L’ECLISSE 2018. Lambrusco di Sorbara DOC in purezza (Charmat)
uno splendido Rosa chiaretto alla vista
al naso è melograno, rosa bianca, uno sbuffo di violetta e un leggero ricordo minerale.
al palato il vino entra fresco e diretto con una elegante pulizia in bocca e dei ritorni di frutti rossi.

LA RISERVA 2017. Lambrusco di Sorbara DOC in purezza ( Charmat 12 mesi)
color rosa buccia di cipolla limpido
naso citrico e lemoncino: ricordi di erba cipollina, sbuffi di limone e cedrata e note di lievito di birra caratterizzano i sentori di questo spumante.
In bocca entra diretto come una lama: riconoscibile l’acidità del lambrusco di sorbara che dà nerbo e forza al vino.

IL GROSSO. Spumante Metodo Classico Lambrusco di Sorbara 2015
color rosa cipria sfolgorante
al naso questo vino inizialmente sfoggia sentori da metodo classico ( da una mandorla tostata ai lieviti con croccanti ricordi di panificazione) per poi aprirsi ad un sorprendente fruttato di ribes.
Ancora una volta, il Sorbara si presenta al palato con la sua peculiarità: una acidità preponderante! Ben equilibrato, non troppo persistente ma di grande spalla acida!

CAMILLO  DONATI

FELINO ( sur liè)

L’ho mancato due volte (edizione 2018 e edizione 2019) al Vinnatur. Dal momento in cui avevo pianificato il mio pellegrinaggio emiliano non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione di andare ad assaggiare il suo Sauvignon tanto decantato. e non solo quello.

Mi accoglie la gentilissima Francesca Donati che mi spiega da subito la filosofia aziendale: salubrità ( solo uva), bevibilità e gastronomicità ( nel senso di eccellente abbinabilità ai cibo). tutti i loro vini sono a rifermentazione in bottiglia  utilizzando mosto parzialmente fermentato di malvasia aziendale.

Malvasia di Candia Aromatica  2018 IGT Emilia

il vino ha una veste tra il paglierino e il dorato. naso aromatico, di uva spina, sambuco e mandorla dolce. al palato la bollicina è piacevole ma ha ancora margini per integrarsi con il corpo del vino, buona la freschezza e con aromaticità importante.

Sauvignon Blanc 2018 IGT Emilia

Color giallo paglierino. Naso di citronella, melone, cedro e una spruzzata di erba cipollina e fieno. In bocca ha una bella freschezza senza essere eccessiva, discreta la sapidità e la consapevolezza che questo vino ha appena iniziato il suo percorso.

Barbera 2018 IGT Emilia

Color rosso rubino con ampie note violacee e spumose. Naso fruttoso di fragole e more e uva sultanina. In bocca è leggermente più fresco che sapido, in equilibrio generale e goloso nella sua eccezzionale bevibilità nonostante i 14°!!!!

Similar posts

Follow girandoliere.org

Translation


Post di Viaggio

TravelPhoto Playlist




Forgot?
Register
2 visitors online now
0 guests, 2 bots, 0 members
Max visitors today: 12 at 02:43 am UTC
This month: 27 at 09-13-2019 05:09 am UTC
This year: 309 at 05-29-2019 06:53 pm UTC
All time: 309 at 05-29-2019 06:53 pm UTC