Crea sito
Viajar descanta, ma chi parte mona torna mona

Posts tagged itinerari salento

Finibus Terrae- La Litoranea Adriatica

 

 

 

 

 

 

Santa Cesarea Terme
Questa cittadina di mare, situata nella parte piu’ orientale d’Italia, deve gran parte della sua fama ad una antica  tradizione di stazione balneare ed essere stata il set del piu’ famoso film di carmelo Bene: “mamma li turchi”.
La citta’ conserva ancora degli  splendidi esempi di architettura barocca: dalla strada provinciale che scende verso il mare sono molte le ville, pittoresche e colorate, che si possono ammirare. Cio’ nonostante la mia delusione per lo stato della costa e’ stato forte: si sono moltiplicati le stazione balneari private di dubbio gusto e di certo inquiinamento visivo e acustico.
Castro
Il nome di origine latina ( castello)  e’ una appopriazione indebita che i romani fecero di una splendida fortezza costruita dai messapi. Si erige a picco sull’ incantevole scogliera il castello fortificato da mura perimetrali risalenti al sec. Arrivare fin lassu’ dalla litoranea e’ una prova di volonta’ e una faticaccia: dopo aver sputato sangue per arrampicarsi lassu’ con la bicicletta si viene ampiamente ripagati. Dopo 15 anni che non la vedevo non solo non mi ha deluso, ma mi ha migliorato il  ricordo che conservavo! Tra la cittadella e una delle scogliere piu’ incantevoli che occhi possano vedere!
Andrano
Onestamente parlando, non avevo grandi ricordi di questa marina, ma mi sbagliavo di grosso. Non tanto per l’abitato uguale a tanti, ma per una scolgiera di tutto rispetto ed un mare da urlo: di color blu-verde, pulito, salubre e splendiamente adricatico. Fare il bagno qui da’ un po’ di sollievo dalle mostruose fatiche biciclettare!
Santa Maria di Leuca
Il piccolo villaggio di pescatori di leuca, frazione di Morciano, ha nella sua chiesa dedicata alla maria, madonna della terra di dove finisce la terra ( finibus terrae appunto) il simbolo: qui si inizia e si finisce. Assurge a simbolo del tutto, forse adirittura del viaggio stesso. Qui mare Ionio e mare Adriatico si incontrano, si scontrano e infine si uniscono nel mare nostrum: il Mar Mediterraneo.
Nella sua delicata bellezza Leuca e’ il posto in cui il Girandoliere sente di voler andare per dare compiutezza al tutto, come una specie di ying e yang salentino
Ps: per chi volesse il 15 agosto, per i festeggiamenti della patrona, c’e’ la processione delle barche in cui trasportano la madonna in mare alla luce delle lampare:  uno spettacolo emozionante anche per i non credenti come il sottoscritto
Ps: ho notato sono spuntati cartelli che indicavano l’accesso “libero” alla spiaggia….novita’ a cui non ero abituato…!

Finibus Terrae- grecia salentina

 

Gli otto comuni che compongono la cosidetta Grecia Salentina sono: Martano, Calimera, Sternatia, Melpignano, Castrignano dei greci, Zollino,Martignano, Corigliano d’Otranto.
In questi paesi capita, ormai raramente,  di trovare qualche anziano che parla il griko: un dialetto fossile, idioma sopravvisuto nei secoli  in questa enclave geografica. Al di la’ della lodevole, seppur velleitaria, iniziativa di inserire l’insegnamento del grico come materia complementare a scuola,  questa particolarita’ e’ piu’ che abbondantemente sfruttata a fini turistici.
Per rendere piu’ interessante tutto il mio giro salentino avevo deciso di farlo in bicicletta e di preferire le strade provinciali secondarie rispetto alle principali. Con il ritmo lento della pedalata ho visto il lento mutare delle campagne di uliveti intervallarsi con il bianco degli edifici in tufo dei paesi. In un continuo rigenerarsi dei paesaggi umani del tacco d’italia, si alimenta il connubio straordinario  tra la terra salentina e i suoi abitanti: terra rossa e musica, riti contadini e stagioni, tufo ed  castelli aragonesi. L’antipasto dello spettacolo naturale e umano della terra di dove finisce la terra.

Finibus Terrae-Salento Music – ilgirandoliereparte

 

 

Dopo aver spiegato le emozioni credo sia giusto condividere qualche informazione pratica sul viaggio, sui motivi profondi e qualche info utile…

–> LOGISTICA:  il Girandoliere viaggerà in bicicletta…perchè crede sia il ritmo di viaggio perfetto per ri-scoprire la sua terra…quindi porta con sè biciletta,un sorriso, la tenda e tanta voglia di sentire storie

–> COSA: Il Girandoliere vuole raccogliere nella sua moleskine storie e leggende popolari di tutti i paesini…qualunque salentino  legga questo post, se interessato, si faccia vivo per un incontro dal vivo o se non può con una mail!!!

After explaining my feelings i wish to share some pratical info about my trip:

–>HOW: il Girandoliere will travel by him bike, ’cause think in this way he can find the right “trip’s rythm” for meet with his land…so il Girandoliere brings with himself a bike, a smile, a tent and an incredibile wish to collect tales.

–>WHAT: il Girandoliere wants to collets in him note (moleskine) tales and popular mithos from all salento’s villages…so any salentino that reading this post wish to share any tale please advise me!!!

and now music for dance, tradicionals song, work song and more from Finibus Terrae….

1. OFFICINA ZOE’  Don Pizzica  

2. SUD SOUND SYSTEM Me Basta Lu Sule

3. SUD SOUND SYSTEM  Chiappalu

4. CANZONIERE GRECANICO SALENTINO Kalinifta

5. CANZONIERE GRECANICO SALENTINO pizzica indiavolata

6. UCCIO ALOISI Mieru

7. OFFICINA ZOE’  fimmine fimmine

8. PINO ZIMBA  sale

9. ALLA BUA Canuscu na carusa

10. VINICIO CAPOSSELA Il Ballo di San Vito

 

Finibus Terrae-Introduzione – ilgirandoliereparte

 

 

 

 

 

Il Girandoliere e il richiamo delle radici…che magari c’è ancora qualcuno ancora non lo sa o non se lo ricorda…che da quella meravigliosa terra il girandoliere viene.

Per descrivere questa fame insaziabile di scoperta mi vengono in mente le parole dei Sud Sound system:

Se no te scerri de le radici ca tieni rispetti puru quidde de li paisi luntani

Se nu te scierri mai de du ede ca sta vieni dai chiu valore alla cultura ca tieni!

( Se non ti scordi delle radici che hai rispetti anche quelle dei paesi lontani, se non scordi mai da dove vieni dai più valore alla cultura che hai)
Se nu te scierri mai de du ede ca ieni
dai chiu valore alla cultura ca tieni!

ecco…forse questo è il punto: ho bisogno di scendere ( scusate il terronismo)..ho bisogno di fare un bagno di salentinità… come se fosse riscaldare il fuoco sacro del viaggio!

Il girandoliere and him roots calling…maybe someone doesn’t know or doesn’t remember…that il Girandoliere coming is from a amazing land..

Try to describe this insatiable hungry of discover: that lyrics of Sud sound System might help me

Se no te scerri de le radici ca tieni rispetti puru quidde de li paisi luntani

Se nu te scierri mai de du ede ca sta vieni dai chiu valore alla cultura ca tieni!

( If you don’t forger your roots, also respect the roots of the foreign countries, if you don’t forget where are you from you valorize your culture)

http://www.youtube.com/watch?v=z8_fl2UL0L0

this is the point: i need to come!…i need to “dive” into a salento’s reality..this is not only to remember, but to increase the “holy fire” of travel…that insatiable hungry of travel..that hungry that fill myself only in one place…the place where finally Il Girandoliere keep calm:home!

Follow girandoliere.org

Translation


Post di Viaggio

TravelPhoto Playlist




Forgot?
Register
6 visitors online now
0 guests, 6 bots, 0 members
Max visitors today: 15 at 02:08 am UTC
This month: 37 at 10-15-2019 11:35 pm UTC
This year: 309 at 05-29-2019 06:53 pm UTC
All time: 309 at 05-29-2019 06:53 pm UTC